La celebrazione del funerale è un momento di fede, nel quale la Parrocchia intende essere vicina alla famiglia del defunto e al suo dolore. Per questo i sacerdoti sono disponibili ad un incontro con i parenti più prossimi, in uno stile di semplicità e fraternità cristiana. E’ possibile chiamare i sacerdoti per la benedizione alla salma, contattando il Parroco (don Andrea 3471406376), come pure concordare un orario nel quale è possibile la recita del Santo Rosario oppure la celebrazione della Veglia presso la propria abitazione o in una delle nostre Chiese, normalmente alle ore 20.30. Per la celebrazione del funerale si rammenta che il rito cattolico è un atto di fede nel quale si intende esprimere la propria fede nella vita eterna, dono di Dio a tutti coloro che credono. Le Scritture che vengono in essa proclamate sono tutte orientate ad una catechesi sulla speranza dell’eternità e sulla professione di fede: “credo nella risurrezione della carne”. E’ pertanto sconsigliato che essa diventi solamente memoria del defunto: sarebbe un essere proiettati solamente al passato, e non guardare al futuro con Dio. Nel caso in cui la salma venisse portata alla cremazione, i sacerdoti sono disponibili per venire al cimitero per benedire le ceneri e la tomba che le custodirà. Nella celebrazione del funerale è possibile, liberamente, devolvere la propria offerta alla Parrocchia, secondo lapropria sensibilità e disponibilità. 
Don Andrea

Per ricordare il defunto è possibile far celebrare la S. Messa di suffragio, concordando data e orario della celebrazione con al segreteria parrocchiale e secondo le disponibilità della Parrocchia; Istituire un “legato pio”, ovvero la possibilità di avere per 25 anni, in data da concordare, la celebrazione di una S. Messa con preghiera per il defunto.

    SEGRETERIA PARROCCHIA SAN MARTINO E L'IMMACOLATA

    P.za Marcellino da Cusano, 2

    Tel. 026192214

    SEGRETERIA PARROCCHIA
    REGINA PACIS

    Via Lauro, 1

    Tel. 02/6193094

    SEGRETERIA ORATORIO
    SAN MARTINO

    Via Pedretti, 37